Matrix (trilogia): Difference between revisions

From Semi del Verbo
(Creata pagina con "{{Film |titolo italiano = Matrix |immagine = Matrixsnap.jpg |didascalia = Morpheus (Laurence Fishburne) e wikip...")
 
No edit summary
Line 1: Line 1:
{{Film
{{Film
|titolo italiano = Matrix
|titolo italiano = Matrix
|immagine = Matrixsnap.jpg
|immagine = The_Matrix_Poster.jpg
|didascalia = [[wikipedia:it:Morpheus|Morpheus]] ([[wikipedia:it:Laurence Fishburne|Laurence Fishburne]]) e [[wikipedia:it:Neo (personaggio)|Neo]] ([[wikipedia:it:Keanu Reeves|Keanu Reeves]]) in una scena del film
|didascalia = [[wikipedia:it:Morpheus|Morpheus]] ([[wikipedia:it:Laurence Fishburne|Laurence Fishburne]]) e [[wikipedia:it:Neo (personaggio)|Neo]] ([[wikipedia:it:Keanu Reeves|Keanu Reeves]]) in una scena del film
|titolo originale = The Matrix
|titolo originale = The Matrix
Line 61: Line 61:
== Titolo ==
== Titolo ==
Il titolo deriva dal termine latino ''matrix'' ("matrice", "generatrice"), che a sua volta ha dato origine al vocabolo inglese ''matrix'', ossia "[[wikipedia:it:Matrice|matrice di numeri]]", un elemento di tipo tabellare derivante da strutture matematiche, molto utilizzato in [[wikipedia:it:informatica|informatica]] per associare dati, o sistemi di dati, tra loro. In questo caso, la matrice rappresenta una sorta di ''[[wikipedia:it:cyberspazio|cyberspazio]]'' o realtà simulata creata dalle macchine.
Il titolo deriva dal termine latino ''matrix'' ("matrice", "generatrice"), che a sua volta ha dato origine al vocabolo inglese ''matrix'', ossia "[[wikipedia:it:Matrice|matrice di numeri]]", un elemento di tipo tabellare derivante da strutture matematiche, molto utilizzato in [[wikipedia:it:informatica|informatica]] per associare dati, o sistemi di dati, tra loro. In questo caso, la matrice rappresenta una sorta di ''[[wikipedia:it:cyberspazio|cyberspazio]]'' o realtà simulata creata dalle macchine.
== Trama di Matrix ==
== Trama ==
{{Citazione|''Matrix''  è ovunque. È intorno a noi. Anche adesso, nella stanza in cui siamo. È quello che vedi quando ti affacci alla finestra, o quando accendi il televisore. L'avverti quando vai al lavoro, quando vai in chiesa, quando paghi le tasse. È il mondo che ti è stato messo davanti agli occhi per nasconderti la verità.|Morpheus a Neo}}
Thomas A. Anderson lavora presso la Metacortex come programmatore di software. Di giorno è noto per essere un cittadino modello, altruista e rispettoso della legge, mentre di notte vive una seconda vita, come un attivo hacker, sotto lo pseudonimo di "Neo", e in questa veste ha commesso praticamente tutti gli illeciti informatici possibili. Sorvegliato dagli Agenti Smith, Brown e Jones, a un certo punto viene arrestato e gli viene inserita una cimice nel corpo per seguirlo. Una notte, ad Anderson compaiono sul monitor una serie di frasi criptiche riguardo a qualcosa chiamato "Matrix": desideroso di sapere cosa sia, Anderson accetta una richiesta di contatto da parte di Trinity, esperta hacker braccio destro del misterioso Morpheus, che lo conduce da lui dopo avergli estirpato la cimice. Neo chiede di conoscere di più riguardo al loro operato, e loro si offrono di rivelargli il vero mondo in cui vivono (una scelta simboleggiata da una "pillola rossa"). Dopo aver ingerito la pillola, si sveglia bruscamente nudo immerso in un liquido viscoso di un'incubatrice, con il corpo collegato a cavi elettrici, e si rende conto di essere parte di una tra tante enormi torri circolari che ospitano miliardi di incubatrici contenenti esseri umani.
I cavi vengono scollegati, Neo viene espulso e recuperato da Morpheus che lo porta a bordo del suo hovercraft, il "Nabucodonosor", con il suo equipaggio di 7 elementi (più loro 2). Neo viene sottoposto a una terapia riabilitativa, in cui gli vengono ricostruiti i muscoli che nell'immobilità non ha mai usato, e gli viene mostrata la realtà che li circonda: un mondo in rovina alla fine del [[wikipedia:it:XXII secolo|XXII secolo]], completamente oscurato dalla luce solare, in cui l'umanità sta combattendo contro le macchine dotate di intelligenza artificiale che creò agli inizi del ventunesimo secolo, [[wikipedia:it:Ribellione della macchina|ribellatesi all'umanità]]. Morpheus ammette che le informazioni che hanno riguardo al passato sono poche e incomplete, non è chiaro chi delle due fazioni colpì per prima dando inizio alla guerra. Si sa solo che nel passato, le macchine, alimentate ad energia solare, iniziarono a vessare gli umani, i quali cercarono di fermarle oscurando il sole con nuvole elettriche artificiali permanenti, ma le macchine riuscirono a rispondere e a sopravvivere usando gli stessi umani come fonte di energia, "coltivandoli" per sfruttarne il calore e la bioelettricità naturali.
Il mondo nel quale Neo è vissuto fin dalla nascita è in realtà Matrix, una neuro-simulazione interattiva costruita sul modello del mondo del 1999 per tenere calmi gli umani coltivati. Morpheus e la sua squadra sono ribelli che liberano i prigionieri di Matrix con conoscenze informatiche (che quindi possono aiutarli attivamente) e li reclutano nella loro resistenza. Morpheus crede che Neo sia "l'Eletto", ossia colui che sarà in grado di decodificare Matrix e di concludere la guerra contro le macchine, risvegliando l'intera umanità dalla "simulazione onirica" di Matrix stessa. Lo scopo dei ribelli è anche quello di nascondere i pochi superstiti scampati a Matrix e alle seppie, asserragliati in una zona ignota del [[wikipedia:it:centro della terra|centro della terra]] chiamata "''Zion''".
A Neo vengono quindi "somministrate" nozioni direttamente nel cervello da un computer collegato a Matrix, caricandole grazie a un collegamento sulla nuca (in precedenza utilizzato dalle macchine per sfruttare l'energia fisica di Neo), tra cui arti marziali che testerà in un combattimento simulato contro Morpheus, le caratteristiche e i pericoli di Matrix. Le lesioni subite all'interno della realtà virtuale sono riflesse nel mondo reale: se si è uccisi "virtualmente" in Matrix, il corpo fisico muore. Neo viene inoltre messo in guardia dagli Agenti, "programmi-sentinella" simili ad [[wikipedia:it:antivirus|antivirus]], potenti e veloci, il cui scopo è eliminare le minacce al software virtuale della dimensione onirica di Matrix con capacità di ubiquità, prendendo possesso del corpo di altre persone. Per entrare e uscire da Matrix, la squadra utilizza le linee telefoniche.
Il gruppo successivamente entra in Matrix e porta Neo dall'[[wikipedia:it:Oracolo|Oracolo]], la donna che aveva predetto l'arrivo di un Eletto. Neo non ottiene risposte chiare dall'Oracolo, il quale aggiunge che Morpheus crede in lui ciecamente, tanto che giungerà a sacrificare la propria vita per salvarlo e che ci sarà un momento in cui uno tra loro due dovrà morire, e dipenderà da Neo scegliere chi. Terminato l'incontro con l'Oracolo, il gruppo ritorna alla linea telefonica che serve a loro come uscita da Matrix, ma viene braccato dagli Agenti e ufficiali di polizia, che avevano intercettato le loro comunicazioni: Morpheus decide di farsi catturare per far portare in salvo Neo. Il gruppo è stato tradito da un suo membro, Cypher, che consegna Morpheus agli Agenti in cambio di un ritorno permanente in Matrix, con promessa di adeguata posizione sociale, ricchezza, notorietà e perdita della memoria della vita precedente.
Il traditore, uscito da Matrix e ritornato alla Nabucodonosor, uccide tutti i membri dell'equipaggio tranne Tank, che riesce a salvare i superstiti. Morpheus è ancora prigioniero degli Agenti che vogliono carpire la posizione di Zion, per neutralizzarla. Neo e Trinity ritornano in Matrix e, dopo numerosi scontri a fuoco, riescono a salvare il loro capo. Morpheus e Trinity evadono da Matrix usando il telefono della metropolitana, mentre Neo sopravvive a uno scontro con l'agente Smith.
Mentre Neo attraversa la città braccato dagli agenti in cerca di un altro telefono, nel mondo reale alcune seppie (macchine da esplorazione con finalità di caccia ai ribelli) convergono sul Nabucodonosor. Neo trova un telefono ma viene ucciso da Smith; nella realtà Trinity bisbiglia all'orecchio del corpo inanimato di Neo che l'Oracolo le aveva confidato che lei si sarebbe innamorata dell'Eletto, e che lei è innamorata di lui. Trinity rifiuta di credere alla sua morte e lo bacia: Neo si risveglia. Gli agenti sparano, ma Neo li rende inoffensivi, fermando le pallottole a mezz'aria: questa sua capacità di violare le leggi della fisica in Matrix è la conferma definitiva che è l'Eletto.
Alla fine Neo vede Matrix com'è realmente: nient'altro che righe verdi di codice di programmazione. L'agente Smith fa un ultimo tentativo di attaccarlo e finalmente Neo riesce a distruggerlo, entrando dentro di lui e facendolo esplodere. Proprio in quell'istante le "seppie" vengono distrutte dall'[[wikipedia:it:Bomba elettromagnetica|arma a impulsi elettromagnetici]] del Nabucodonosor. Nella scena conclusiva Neo, introdottosi nuovamente in Matrix, da un telefono pubblico promette alla gente che "tutto è possibile" e vola via sopra la città.
[[Categoria:Cinematografia]]

Revision as of 23:28, 3 October 2020

Matrix
The Matrix Poster.jpg
Morpheus (Laurence Fishburne) e Neo (Keanu Reeves) in una scena del film
Titolo originaleThe Matrix
Paese di produzioneStati Uniti d'America, Australia
Anno1999
Durata136 min
Generefantascienza, azione
RegiaAndy e Larry Wachowski
SoggettoAndy e Larry Wachowski
SceneggiaturaAndy e Larry Wachowski
ProduttoreJoel Silver
w:it:Produttore esecutivoAndy e Larry Wachowski, Barrie M. Osborne
Casa di produzioneWarner Bros., Village Roadshow Pictures, Groucho II Film Partnership, Silver Pictures
Distribuzione in italianoWarner Bros.
FotografiaBill Pope
MontaggioZach Staenberg
Effetti specialiJohn Gaeta, Steve Courtley, Brian Cox
MusicheDon Davis
ScenografiaOwen Patterson
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Matrix è una serie di w:it:film scritti e diretti da Andy e Larry Wachowski, per i primi tre film, mentre il quarto sarà diretto da Larry Wachowski e scritto da Aleksandar Hemon, David Mitchell e Larry Wachowski. I primi tre film sono usciti fra il 1999 e il 2003 mentre l'uscita del quarto è prevista nel 2021.

Il primo film della trilogia uscita finora si intitola Matrix (The Matrix). Si tratta di un film di fantascienza uscito nel 1999 scritto e diretto dai fratelli Andy e Larry Wachowski.

Il film, che ha vinto numerosi premi, tra cui 4 Oscar, ha avuto un forte impatto culturale e vi sono state numerose opere che vi fanno riferimento. Nel 2012 è stato scelto per la conservazione nel National Film Registry della Biblioteca del Congresso degli Stati Uniti.[1]

Il primo contatto fra Neo e Trinity


Titolo

Il titolo deriva dal termine latino matrix ("matrice", "generatrice"), che a sua volta ha dato origine al vocabolo inglese matrix, ossia "matrice di numeri", un elemento di tipo tabellare derivante da strutture matematiche, molto utilizzato in informatica per associare dati, o sistemi di dati, tra loro. In questo caso, la matrice rappresenta una sorta di cyberspazio o realtà simulata creata dalle macchine.

Trama di Matrix

Trama

«Matrix è ovunque. È intorno a noi. Anche adesso, nella stanza in cui siamo. È quello che vedi quando ti affacci alla finestra, o quando accendi il televisore. L'avverti quando vai al lavoro, quando vai in chiesa, quando paghi le tasse. È il mondo che ti è stato messo davanti agli occhi per nasconderti la verità.»

(Morpheus a Neo)

Thomas A. Anderson lavora presso la Metacortex come programmatore di software. Di giorno è noto per essere un cittadino modello, altruista e rispettoso della legge, mentre di notte vive una seconda vita, come un attivo hacker, sotto lo pseudonimo di "Neo", e in questa veste ha commesso praticamente tutti gli illeciti informatici possibili. Sorvegliato dagli Agenti Smith, Brown e Jones, a un certo punto viene arrestato e gli viene inserita una cimice nel corpo per seguirlo. Una notte, ad Anderson compaiono sul monitor una serie di frasi criptiche riguardo a qualcosa chiamato "Matrix": desideroso di sapere cosa sia, Anderson accetta una richiesta di contatto da parte di Trinity, esperta hacker braccio destro del misterioso Morpheus, che lo conduce da lui dopo avergli estirpato la cimice. Neo chiede di conoscere di più riguardo al loro operato, e loro si offrono di rivelargli il vero mondo in cui vivono (una scelta simboleggiata da una "pillola rossa"). Dopo aver ingerito la pillola, si sveglia bruscamente nudo immerso in un liquido viscoso di un'incubatrice, con il corpo collegato a cavi elettrici, e si rende conto di essere parte di una tra tante enormi torri circolari che ospitano miliardi di incubatrici contenenti esseri umani.

I cavi vengono scollegati, Neo viene espulso e recuperato da Morpheus che lo porta a bordo del suo hovercraft, il "Nabucodonosor", con il suo equipaggio di 7 elementi (più loro 2). Neo viene sottoposto a una terapia riabilitativa, in cui gli vengono ricostruiti i muscoli che nell'immobilità non ha mai usato, e gli viene mostrata la realtà che li circonda: un mondo in rovina alla fine del XXII secolo, completamente oscurato dalla luce solare, in cui l'umanità sta combattendo contro le macchine dotate di intelligenza artificiale che creò agli inizi del ventunesimo secolo, ribellatesi all'umanità. Morpheus ammette che le informazioni che hanno riguardo al passato sono poche e incomplete, non è chiaro chi delle due fazioni colpì per prima dando inizio alla guerra. Si sa solo che nel passato, le macchine, alimentate ad energia solare, iniziarono a vessare gli umani, i quali cercarono di fermarle oscurando il sole con nuvole elettriche artificiali permanenti, ma le macchine riuscirono a rispondere e a sopravvivere usando gli stessi umani come fonte di energia, "coltivandoli" per sfruttarne il calore e la bioelettricità naturali.

Il mondo nel quale Neo è vissuto fin dalla nascita è in realtà Matrix, una neuro-simulazione interattiva costruita sul modello del mondo del 1999 per tenere calmi gli umani coltivati. Morpheus e la sua squadra sono ribelli che liberano i prigionieri di Matrix con conoscenze informatiche (che quindi possono aiutarli attivamente) e li reclutano nella loro resistenza. Morpheus crede che Neo sia "l'Eletto", ossia colui che sarà in grado di decodificare Matrix e di concludere la guerra contro le macchine, risvegliando l'intera umanità dalla "simulazione onirica" di Matrix stessa. Lo scopo dei ribelli è anche quello di nascondere i pochi superstiti scampati a Matrix e alle seppie, asserragliati in una zona ignota del centro della terra chiamata "Zion".

A Neo vengono quindi "somministrate" nozioni direttamente nel cervello da un computer collegato a Matrix, caricandole grazie a un collegamento sulla nuca (in precedenza utilizzato dalle macchine per sfruttare l'energia fisica di Neo), tra cui arti marziali che testerà in un combattimento simulato contro Morpheus, le caratteristiche e i pericoli di Matrix. Le lesioni subite all'interno della realtà virtuale sono riflesse nel mondo reale: se si è uccisi "virtualmente" in Matrix, il corpo fisico muore. Neo viene inoltre messo in guardia dagli Agenti, "programmi-sentinella" simili ad antivirus, potenti e veloci, il cui scopo è eliminare le minacce al software virtuale della dimensione onirica di Matrix con capacità di ubiquità, prendendo possesso del corpo di altre persone. Per entrare e uscire da Matrix, la squadra utilizza le linee telefoniche.

Il gruppo successivamente entra in Matrix e porta Neo dall'Oracolo, la donna che aveva predetto l'arrivo di un Eletto. Neo non ottiene risposte chiare dall'Oracolo, il quale aggiunge che Morpheus crede in lui ciecamente, tanto che giungerà a sacrificare la propria vita per salvarlo e che ci sarà un momento in cui uno tra loro due dovrà morire, e dipenderà da Neo scegliere chi. Terminato l'incontro con l'Oracolo, il gruppo ritorna alla linea telefonica che serve a loro come uscita da Matrix, ma viene braccato dagli Agenti e ufficiali di polizia, che avevano intercettato le loro comunicazioni: Morpheus decide di farsi catturare per far portare in salvo Neo. Il gruppo è stato tradito da un suo membro, Cypher, che consegna Morpheus agli Agenti in cambio di un ritorno permanente in Matrix, con promessa di adeguata posizione sociale, ricchezza, notorietà e perdita della memoria della vita precedente.

Il traditore, uscito da Matrix e ritornato alla Nabucodonosor, uccide tutti i membri dell'equipaggio tranne Tank, che riesce a salvare i superstiti. Morpheus è ancora prigioniero degli Agenti che vogliono carpire la posizione di Zion, per neutralizzarla. Neo e Trinity ritornano in Matrix e, dopo numerosi scontri a fuoco, riescono a salvare il loro capo. Morpheus e Trinity evadono da Matrix usando il telefono della metropolitana, mentre Neo sopravvive a uno scontro con l'agente Smith.

Mentre Neo attraversa la città braccato dagli agenti in cerca di un altro telefono, nel mondo reale alcune seppie (macchine da esplorazione con finalità di caccia ai ribelli) convergono sul Nabucodonosor. Neo trova un telefono ma viene ucciso da Smith; nella realtà Trinity bisbiglia all'orecchio del corpo inanimato di Neo che l'Oracolo le aveva confidato che lei si sarebbe innamorata dell'Eletto, e che lei è innamorata di lui. Trinity rifiuta di credere alla sua morte e lo bacia: Neo si risveglia. Gli agenti sparano, ma Neo li rende inoffensivi, fermando le pallottole a mezz'aria: questa sua capacità di violare le leggi della fisica in Matrix è la conferma definitiva che è l'Eletto.

Alla fine Neo vede Matrix com'è realmente: nient'altro che righe verdi di codice di programmazione. L'agente Smith fa un ultimo tentativo di attaccarlo e finalmente Neo riesce a distruggerlo, entrando dentro di lui e facendolo esplodere. Proprio in quell'istante le "seppie" vengono distrutte dall'arma a impulsi elettromagnetici del Nabucodonosor. Nella scena conclusiva Neo, introdottosi nuovamente in Matrix, da un telefono pubblico promette alla gente che "tutto è possibile" e vola via sopra la città.

  1. (EN) 2012 National Film Registry Picks in A League of Their Own, Library of Congress, 19 dicembre 2012. URL consultato il 23 dicembre 2012.