Jump to content

Difference between revisions of "Polittico dell'Agnello Mistico"

Line 41: Line 41:
{{Citazione bibbia|rif=Apocalisse 8,3-4|inline=0}}
{{Citazione bibbia|rif=Apocalisse 8,3-4|inline=0}}


Sotto l'altare si vede la [[wikipedia:it:Fontana della Vita|Fontana della Vita]] ed attorno ad essa ed all'altare si trovano quattro fitti gruppi di adoratori: a sinistra in basso i pagani e gli scrittori ebrei, a destra i papi e i santi uomini; in alto spuntano invece i gruppi dei martiri uomini a sinistra (con in prima fila gli appartenenti al clero) e le martiri a destra. L'adorazione dell'Agnello si svolge nel lussureggiante giardino del [[wikipedia:it:Paradiso|Paradiso]], sullo sfondo delle torri e delle guglie della [[wikipedia:it:Gerusalemme celeste|Gerusalemme celeste]]. Alcuni degli angeli adoranti che circondano l'altare reggono i simboli della Passione di Cristo: croce, corona di spine, lancia, colonna della flagellazione, canna con la spugna intrisa di aceto.<ref>''La natura e i suoi simboli'', Dizionari dell'arte, ed. Electa, 2011, pag. 250.</ref> L'impostazione di questo pannello è di sapore più arcaico, con gruppi sovrapposti su un unico piano ascendente, al posto di disposizioni più naturali e conformi alla natura del paesaggio, come negli altri sportelli; per questo la scena è attribuita di solito a Hubert.
Sotto l'altare si vede la [[wikipedia:it:Fontana della Vita|Fontana della Vita]], un simbolo iconografico cristiano associato al battesimo e/o all'eucaristia. L'acqua è associata al sangue nello stesso Vangelo di Giovanni:
 
{{Citazione bibbia|rif=Giovanni 19,34|inline=0}}
 
Il tema è ripreso dalla Prima Lettera di Giovanni:
 
{{Citazione bibbia|rif=1Giovanni 5,5-9|inline=0}}
 
Nella scena del Polittico si vedono effettivamente lo Spirito, l'Acqua e il Sangue, un chiaro riferimento a questo brano della Prima Lettera di Giovanni.
 
Attorno alla fontana ed all'altare si trovano quattro fitti gruppi di adoratori: a sinistra in basso i pagani e gli scrittori ebrei, a destra i papi e i santi uomini; in alto spuntano invece i gruppi dei martiri uomini a sinistra (con in prima fila gli appartenenti al clero) e le martiri a destra. L'adorazione dell'Agnello si svolge nel lussureggiante giardino del [[wikipedia:it:Paradiso|Paradiso]], sullo sfondo delle torri e delle guglie della [[wikipedia:it:Gerusalemme celeste|Gerusalemme celeste]]. Alcuni degli angeli adoranti che circondano l'altare reggono i simboli della Passione di Cristo: croce, corona di spine, lancia, colonna della flagellazione, canna con la spugna intrisa di aceto.<ref>''La natura e i suoi simboli'', Dizionari dell'arte, ed. Electa, 2011, pag. 250.</ref> L'impostazione di questo pannello è di sapore più arcaico, con gruppi sovrapposti su un unico piano ascendente, al posto di disposizioni più naturali e conformi alla natura del paesaggio, come negli altri sportelli; per questo la scena è attribuita di solito a Hubert.


Ai lati di questo grande pannello centrale si trovano due scomparti per lato con altri gruppi di adoratori, composto in un paesaggio che riprende spazialmente lo sfondo del pannello centrale. Da sinistra si incontrano: i ''Buoni Giudici'', i ''Cavalieri di Cristo'', poi gli ''Eremiti'' e i ''Pellegrini''. Il numero quattro richiama i quattro angoli della Terra, da cui proverrebbero i santi e beati venuti ad adorare l'Agnello.
Ai lati di questo grande pannello centrale si trovano due scomparti per lato con altri gruppi di adoratori, composto in un paesaggio che riprende spazialmente lo sfondo del pannello centrale. Da sinistra si incontrano: i ''Buoni Giudici'', i ''Cavalieri di Cristo'', poi gli ''Eremiti'' e i ''Pellegrini''. Il numero quattro richiama i quattro angoli della Terra, da cui proverrebbero i santi e beati venuti ad adorare l'Agnello.