Nek

From Semi del Verbo
Jump to navigation Jump to search
Nek
Nek in concerto a Assago.jpg
Nek al Mediolanum Forum nel 2005
NazionalitàItalia Italia
GenerePop[1]
Pop rock[2]
Periodo di attività musicale1986 – in attività
Strumentovoce, basso, chitarra, tastiera, batteria
Album pubblicati18
Studio15
Live1
Raccolte2

Nek, pseudonimo di Filippo Neviani[3] (Sassuolo, 6 gennaio 1972[1][4]), è un cantautore e polistrumentista italiano.

Secondo i dati certificati dalla FIMI, Nek ha venduto nel corso della sua carriera oltre 10 milioni di dischi in tutto il mondo.[5]

Il 26 marzo 2010 Nek si esibisce con alcuni brani del proprio repertorio, quali “Per non morire mai” e “Se non ami” (tratti dall'album Un'altra direzione), davanti a Papa Benedetto XVI e decine di migliaia di giovani radunati in Piazza San Pietro in occasione della GMG diocesana.[6]

L'11 aprile 2014 esce il terzo e ultimo singolo estratto Hey Dio,[7] che ha raggiunto la settima posizione nella classifica della musica italiana.

Il 1º settembre si esibisce allo Stadio Olimpico di Roma durante la "Partita Interreligiosa per la Pace", evento fortemente voluto da Papa Francesco e organizzato dalla Fondazione P.U.P.I e dalla fondazione Scholas Occurrentes.

Il 23 Maggio 2015 riceve il Riconoscimento Giovanni Paolo II offerto dalla Tangari Made in Italy.[8] Riceve il premio per mano di don Davide Banzato, padre spirituale della Comunità Nuovi Orizzonti nella quale opera anche Nek. Insignito per la sua profonda esperienza di fede testimoniata attraverso la vita familiare, per l’attività artistica vissuta come strumento di diffusione dei valori cristiani, nel servizio di evangelizzazione e di impegno nella solidarietà, al momento della consegna Nek si dice particolarmente emozionato perché grande è la sua ammirazione per Papa Wojtyla e fortemente radicati in sé i suoi insegnamenti:

«Ricordo che quando morì nell’aprile del 2005, mi trovavo in America a girare un videoclip e appresi la notizia dalla televisione: piansi. Piansi perché sentivo mancare una figura importante dentro di me»

(Filippo Neviani, collegamento telefonico in diretta nella serata di premiazione del 16 maggio 2015)

Singolo Se non ami

Se non ami
ArtistaNek
Tipo albumSingolo
Pubblicazione2009
Durata3:22
Album di provenienzaUn'altra direzione
GenerePop
Rock
EtichettaWarner
Registrazione2008
FormatiCD
Nek - cronologia
Singolo precedente
(2009)
Singolo successivo
(2009)

Se non ami è il secondo singolo estratto dall'album Un'altra direzione del cantante Nek.

Testo

Se non ami — Antonello De Sanctis (© Universal Music Publishing Group)
 
Puoi decidere le strade che farai
Puoi scalare le montagne oltre i limiti che hai
Potrai essere qualcuno se ti va
Ma se non ami
Se non ami
Non hai un vero motivo per vivere
Se non ami
Non ti ami e non ci sei
 
Se non ami
Non ha senso tutto quello che fai
 
Puoi creare un grande impero intorno a te
Costruire grattaceli per contare un po' di più
Puoi comprare tutto quello che vuoi tu
Ma se non ami
Se non ami
Non hai un vero motivo per vivere
Se non ami
Non ti ami e non ci sei
Se non ami
Se non ami
Non hai il senso delle cose più piccole
Le certezze che non trovi e che non dai
L'amore attende e non è invadente e non grida mai
Se parli ti ascolta, tutto sopporta, crede in quel che fai
Chiede di esser libero alle volte
E quando torna indietro ti darà di più
 
Se non ami
Se non ami
Tutto il resto sa proprio di inutile
Se non ami
Non ti ami
Non ci sei
Senza amore noi non siamo niente mai

Nek ha affermato di aver tratto ispirazione per questo brano musicale dall'"Inno di Carità" nella Prima Lettera di San Paolo ai Corinzi (1Cor13).[9]

Per non morire mai

Questa canzone è un inno alla vita, ed esprime la speranza dell'uomo nel suo anelito alla vita eterna (vedi Gv 11,21-27). Una delle ispirazioni è stata la poesia Ode alla vita[10] dell'autrice brasiliana Martha Medeiros.[11]

Testo

Per non morire mai — Antonello De Sanctis (© W B Music Corp, Warner Chappell Music Italiana Srl, Neviani Publishing Srl, Don't Worry Ed. Mus. Srl., Don't Worry Ed. Mus. Srl)
 
Muore lentamente chi cammina tra la gente a testa in giù
E non la vede più,
Muore lentamente chi rifiuta di ascoltare nuove idee che non siano sue,
Muore chi non ha passione,
Chi per abitudine fa la stessa via,
Chi sta fermo al primo piovere,
Chi si lascia escludere dalla nostalgia.
 
Cercami tra gli uomini quelli che ci credono,
Posso perdere ma non finisce mai
Cercami ti resterò vicino
 
Muore chi non rischia mai,
Chi per non avere guai pensa ai fatti suoi,
Muore lentamente chi ha paura di sentimenti
E per eluderli non s'innamora più,
Chi sta di fronte ad un oceano
E non riesce a credere all'eternità,
Chi in mezzo ai dubbi non sà scegliere,
Chi non sà più vivere con curiosità quindi.
 
Cercami tra gli uomini quelli che ci credono
Posso perdere ma non finisce mai quindi.
 
Cercami nei battiti tu cercami e mi troverai,
Nei colori ancora incerti di un mattino da dove mi vorrai
 
Quindi cercami, tra gli uomini
Quelli che si fidano se vuoi cercami mi riconoscerai,
Mani che accarezzano e sguardi che si incontrano
Nelle voglia di gridare che ci sono per non morire mai,
Per non morire mai.

Singolo Hey Dio

Hey Dio
ArtistaNek
Tipo albumSingolo
Pubblicazione11 aprile 2014[12]
Durata3:49
Album di provenienzaFilippo Neviani
GenerePop rock
EtichettaWarner Music Italy
ProduttoreNek, Alfredo Cerruti, Dado Parisini
Registrazione2013
FormatiDownload digitale
Nek - cronologia
Singolo precedente
(2013)
Singolo successivo
(2015)

Hey Dio è un singolo del cantautore italiano Nek, il terzo estratto dall'undicesimo album in studio Filippo Neviani e pubblicato l'11 aprile 2014.[12]

Il testo di Hey Dio, secondo quanto spiegato dal cantautore stesso, stimola la riflessione sull'attuale periodo storico:[12]

«Laici e credenti come me hanno lo stesso bisogno di trovare risposte in questa realtà culturale e politica sporcata da rabbia latente, declino dei valori e il "mors tua vita mea" come filosofia di vita. È un dialogo con Dio scritto con uno spirito laico, perché questi problemi hanno soluzioni valide universalmente: amore, rispetto per il prossimo e condivisione, perché da soli non bastiamo a noi stessi.»

Testo

Hey Dio — Nek, Marco Baroni (© Universal Music Publishing Group)
 
Avrei da chiederti anch'io,
Cos'è quest'onda di rabbia,
Che poi diventa follia,
Che c'è da stare nascosti,
Per evitare la scia,
Di questo tempo che ormai,
È il risultato di noi...
 
Hey Dio,
Vorrei sapere anche io,
Se questo mondo malato,
Può ancora essere mio,
E se il domani che arriva,
È molto peggio anche di così,
Ma infondo sai cosa c'è,
Hai ragione sempre te...
 
Che c'è bisogno d'amore,
È tutto quello che so,
Per un futuro migliore,
Per tutto quello che ho,
Per cominciare da capo e ritrovare una coscienza,
Per fare a pezzi con le parole questa indifferenza...
 
Hey Dio,
Permettimi di dire che qui,
È solo l'odio che fa notizia,
In ogni maledetto tg,
Non c'è più l'ombra di quel rispetto,
Il fatto è che sembra andar bene così,
Ma infondo sai cosa c'è,
Hai ragione sempre te...
 
Che c'è bisogno d'amore,
È tutto quello che so,
Per un futuro migliore,
Per tutto quello che ho,
Per cominciare da capo e ritrovare una coscienza,
Per fare a pezzi con le parole questa indifferenza...
 
E dopotutto sai,
Che sono quello di sempre,
Che non potrei stare fermo mai,
D'avanti a un mucchio di niente...
 
In qualche angolo c'è,
Chi la pensa come me...
 
Che c'è bisogno d'amore,
È tutto quello che so,
Per un futuro migliore,
Per ogni cosa che ho,
E per sentirmi più vivo,
Io voglio cominciare da qui,
L'amore è il vero motivo,
Per essere più liberi...


Singolo Perdonare

Perdonare
Perdonare Nek.png
Screenshot tratto dal video del brano
ArtistaNek
Tipo albumSingolo
Pubblicazione10 aprile 2020
Durata3:58
Album di provenienzaIl mio gioco preferito: parte seconda
GenerePop
EtichettaWarner Music Italy
Registrazione2020
FormatiDownload digitale, streaming
Nek - cronologia
Singolo precedente
(2019)
Singolo successivo
(2020)

Perdonare è un singolo del cantautore italiano Nek, pubblicato il 10 aprile 2020 come primo estratto dal quindicesimo album in studio Il mio gioco preferito: parte seconda.[13] La canzone si ispira agli insegnamenti di Gesù sul perdono, che può trasformare ed elevare le relazioni sociali:

  • Mt 18,21-35
  • Lc 6,27-35
  • Lc 17,3
  • Col 3,12-13

Testo

Perdonare — Diego Jose Cantero Campillo, Filippo Neviani, Giulia Anania, Jose Luis Pagan, Valerio Carboni (© Warner Chappell Music, Inc)
 
Difficile volersi bene
Non metterci mai le catene
La somma di tutti gli errori
Ci ha reso comunque migliori
In mezzo al casino del mondo
Negli occhi hai il senso profondo
Di questa vita
 
Difficile per ogni uomo
Non restare sempre bambino
Mi accetti per quello che sono
Mi senti per quello che suono
E ora che giorno per giorno
Ci metto il mio istinto, l'impegno
Esiste soltanto averti accanto ed esserne degno
 
In mezzo alla tempesta noi siamo ancora qui
Tenendoci più forte per non perderci
Vedrai che cambierà, cambierà e se cambierà
Vale anche perdonare, perdonare
Non è mai facile
Rialziamoci da terra, ripartiamo da qui
Se ancora due destini dicono di sì
Lo so che cambierà, cambierà e se cambierà
Ti posso perdonare, perdonare
 
Difficile crescere insieme
Mischiare veleno col miele
La somma dei nostri difetti
Insieme ci rende perfetti
E ora che giorno per giorno
Ci metto il tuo istinto, l'impegno
Senza regole esiste soltanto averti al centro ed esserne degno
 
In mezzo alla tempesta noi siamo ancora qui
Tenendoci più forte per non perderci
Vedrai che cambierà, cambierà e se cambierà
Vale anche perdonare, perdonare
Non è mai facile
Rialziamoci da terra, ripartiamo da qui
Se ancora due destini, dicono di sì
Lo so che cambierà, cambierà e se cambierà
Tu mi sai posso perdonare, perdonare
 
Così questo cuore ti è grato
E non ti darà per scontato
È tutto quello in cui credo
Sei in tutto quello che vedo
E ora che abbiamo capito
E abbiamo spazio infinito
Brindiamo al nostro passato
Buttiamo alle spalle quello che è stato
 
Vedrai che cambierà, cambierà e se cambierà
Vale anche perdonare, perdonare
Non è mai facile
Rialziamoci da terra, ripartiamo da qui
Se ancora due destini dicono di sì
Lo so che cambierà, cambierà e se cambierà
Amare, perdonare, perdonare

Riferimenti

  1. 1,0 1,1 (EN) Nek, su AllMusic, All Media Network. URL consultato il 9 aprile 2015.
  2. Andrea Spinelli, Nek: "Ho voglia di rimettermi in gioco con il mio pop-rock a presa rapida", Il Giorno, 18 novembre 2015. URL consultato il 29 ottobre 2016.
  3. Template:Treccani
  4. Nek, MTV. URL consultato il 18 ottobre 2015.
  5. NEK/ Il cantante è direttore artistico della Squadra dei Blu con J-Ax (Amici 2016, Ed. 15 serale prima puntata 2 aprile), Il Sussidiario. URL consultato il 31 dicembre 2016.
  6. GIOVANI CON IL PAPA: 70.000 IERI SERA IN PIAZZA SAN PIETRO DA ROMA E LAZIO, AgenSIR, 26 Marzo 2010. URL consultato il 17 Ottobre 2020.
  7. Nek, arriva in radio singolo Hey Dio, ANSA, 10 aprile 2014. URL consultato il 15 ottobre 2016.
  8. Consegnato a Nek il Riconoscimento Giovanni Paolo II, su associazionegiovannipaolo2bisceglie.it, 24 Maggio 2015. URL consultato il 17 ottobre 2020.
  9. Giulio Serri, giulioserri.wordpress.com, 4 aprile 2013, https://giulioserri.wordpress.com/2013/04/04/mia-intervista-a-nek/. URL consultato il 17 ottobre 2020.
  10. La poesia è stata talvolta erroneamente attribuita allo scrittore cileno Pablo Neruda. Il titolo è indicato talvolta come "Lentamente muore", talvolta come "Ode alla vita" Tragicomico, “LENTAMENTE MUORE” (ODE ALLA VITA) – POESIA DI MARTHA MEDEIROS, su tragicomico.it, 21 settembre 2016. URL consultato il 18 ottobre 2020.
  11. Silvia Piasentini, Testimonianza di Filippo Neviani (Nek), su davitavi.wordpress.com, 22 febbraio 2011. URL consultato il 18 ottobre 2020.
  12. 12,0 12,1 12,2 Roberto Fagioli, Nek - Hey Dio (Radio Date: 11-04-2014), EarOne, 9 aprile 2014. URL consultato il 4 marzo 2015.
  13. "PERDONARE", IL NUOVO SINGOLO DI NEK, R101, 9 aprile 2020. URL consultato il 13 aprile 2020.